Skip to content

Scrivi a:

prcmantova@gmail.com

A SERIATE – FESTA REGIONALE RIFONDAZIONE LOMBARDIA

lunedì, giugno 22, 2015

dibattitiseriate2015

Dal 24 giugno al 5 luglio Festa in Rosso di Seriate all’area feste Ex-ISMES in via Pastrengo, Seriate.Tutte le sere ottima cucina, ottimi dibattiti e ottima musica.

Nella locandina il programma – quasi definitivo – degli incontri e dei dibattiti della festa, a cura Prc Lombardia.

CAR* COMPAGN*

come a suo tempo comunicato da mercoledì 24 giugno
inizia la Festa Regionale del PRC.
Il livello dei partecipanti ai dibattiti ed il numero
significativo di confronti a livelli alti penso debbano
vedere la presenza e la partecipazione dei compagni di
tutte le Federazioni.
Accanto a dibattiti "tematici" antifascismo, questione
di genere, partito sociale ecc. vi sono certamente
scadenze che al contrario sono rivolte a tutt* i/le
compagn*. In particolare ricordo

SABATO 27 il dibattito sull’Europa con ospiti stranieri
SABATO 4 LUGLIO dibattito con FERRERO, REVELLI,
VITA (area Civati) e si sta sollecitando la presenza di
FRATOIANNI o comunque di compagn* della segreteria
nazionale di SEL.
DOMENICA 5 COMIZIO DI CHIUSURA da parte del
Segretario nazionale PAOLO FERRERO.
Vi aspettiamo numerosi.

Nuova apertura sportello Buono Scuola

martedì, dicembre 2, 2014

Mercoledì 3 Dicembre dalle 17.30 alle 19.30 presso la nostra sede di Via Bettinelli 12 sarà di nuovo aperto lo sportello per la richiesta di integrazione del buono scuola 2013/2014.

Le prossime mobilitazioni, la manifestazione nazionale dell’Altra Europa il 29 novembre a Roma e

giovedì, novembre 27, 2014

Cambiare si deve, perché le politiche del governo Renzi peggiorano sempre più la crisi economica.

Renzi finge di litigare in Europa, ma è solo teatro. In realtà il governo italiano continua ad attuare le politiche di austerità della Merkel, senza fare nemmeno come il governo francese che se pure in maniera insufficente, si rifiuta di applicare i folli vincoli del Fiscal Compact. In attuazione di quei vincoli, la legge di stabilità taglia ancora su sanità, trasporti, asili nido, politiche sociali. Il governo Renzi inoltre rilancia le privatizzazioni, cioè continua con le stesse scelte che hanno indebolito il nostro sistema produttivo, dismesso ogni politica industriale e ogni capacità di innovazione, messo gran parte dell’economia nelle mani di poche multinazionali. I tagli e le privatizzazioni non fanno altro che produrre nuova disoccupazione, aumentare la povertà e le disuguglianze, peggiorare la crisi economica.

Cambiare si deve, perché le politiche di Renzi devastano la società, la natura, la democrazia.

Renzi, che ha costruito le sue fortune in nome dei giovani, sta invece distruggendo le possibilità di futuro delle nuove generazioni: vuole precarizzare definitivamente il lavoro e la vita con la generalizzazione del lavoro a termine e dei voucher. Vuole distruggere l’articolo 18 perché chi lavora sia permanentemente sotto ricatto. Vuole cancellare le norme dello Statuto dei Lavoratori che proibiscono il demansionamento. Vuole il lavoro povero e senza diritti.

Insieme al lavoro, Renzi sta aggredendo l’ambiente con lo Sblocca Italia, attaccando la scuola pubblica, manomettendo la Costituzione, operando per accelerare la ratifica del TTIP… Il governo Renzi vuole che tutto sia merce. Vuole che il lavoro, la natura, il welfare, la vita, siano ridotti a meri strumenti di profitto nelle mani di poche multinazionali, del grande business economico e finanziario. Sono questi i suoi committenti e amici: quelli che per una cena possono spendere mille euro, senza vergognarsi nemmeno un po’.

Cambiare si puo’ ricostruendo l’unità della sinistra, quella vera.

Che si oppone a Renzi e alle sue politiche liberiste e di destra. Che si batte per la dignità e i diritti del lavoro, l’uguaglianza, la riconversione ecologica dell’economia, la libertà dei saperi, la democrazia e la partecipazione.

Il 29 novembre tutte e tutti a Roma

con la lista Tsipras per l’Altra Europa e l’Altra Italia!

Cambiare si puo’ dando continuità alle lotte.

Le lotte, che sono riprese con forza in questi ultimi mesi: contro le politiche di austerità, per il lavoro e il reddito, la difesa dell’ambiente e dei beni comuni, per la scuola pubblica e il sapere critico, per la difesa della Costituzione e la democrazia partecipativa.

Il 12 dicembre blocchiamo il paese,

scioperiamo tutte e tutti!

CENA DI AUTOFINANZIAMENTO

martedì, novembre 25, 2014

Cari compagni, Venerdì 28 novembre alle ore 20 ci sarà presso la nostra sede una Cena di autofinanziamento e festa del tesseramento (risotto e …altro alla modica cifra di 10 euro). Sarà l’occasione di incontrarci e parlare della attuale situazione politica, dello sciopero e relative manifestazioni proclamato dalla CGIL, dell’esito dell’ultimo Comitato politico nazionale, delle prossime scadenze elettorali. Per prenotarsi: 3282277093 o via mail: ritascapinelli

Lunedì 24 Novembre apertura sportello Buono Scuola

giovedì, novembre 20, 2014

SPORTELLO PER LA RICHIESTA DI INTEGRAZIONE DEL BUONO SCUOLA

Il “buono scuola” è stato introdotto nella Regione Lombardia da Formigoni nell’anno 2000. Da allora nella nostra Regione centinaia di milioni di euro sono state erogati alle famiglie, anche ad alto reddito, che hanno scelto per i loro figli l’istruzione privata. Soldi sottratti alla scuola pubblica, progressivamente privata di risorse dalle “riforme” e manovre economiche degli ultimi anni, e alle famiglie che ogni anno fanno sempre più fatica a sostenere le spese scolastiche dei ragazzi che le frequentano. Oggi, grazie all’iniziativa dell’Associazione “Non uno di meno” e ad un ricorso al TAR di alcuni genitori , patrocinato da Flc-CGIL, si è ottenuto un primo risultato: il riconoscimento del carattere illegittimo della disparità tra gli studenti delle scuole statali e quelli delle scuole paritarie.

Grazie alla sentenza del TAR, alle famiglie che nell’anno scolastico 2013/2014 hanno avuto accesso al contributo si apre la possibilità di ottenere un’integrazione al contributo ricevuto, che lo equipari a quanto assegnato alle famiglie degli studenti delle scuole paritarie.

La somma che si può richiedere alla regione Lombardia dipende dalla scuola frequentata nell’anno scolastico 2013/2014 e dallo scaglione ISEE sulla base del quale è stato ottenuto il contributo:

REDDITO ISEE SCUOLA SCUOLA SCUOLA
PRIMARIA SECOND. I° grado SECOND. II° grado
0 – 5.000 440  560 660
5.001 – 8.000 410 550 670
8.001 – 12.000 380 530 670
12.001 – 15.458 340 510 660

Per questo motivo

LUNEDI’ 24 novembre dalle ore 17,45 alle ore 19,30

presso la sede di Rifondazione Comunista in Via Bettinelli 12 Mantova (vicino alla stazione dei treni) sarà aperto uno sportello per la distribuzione e la compilazione dei moduli per la richiesta di integrazione che poi dovranno essere consegnati alla Regione.

 

Invitiamo tutte le famiglie che possiedono i requisiti richiesti a far valere il proprio diritto compilando il modulo predisposto a tale scopo.                     

No Tav: Nicoletta Dosio domani a Bagnolo e Castiglione

martedì, aprile 29, 2014

Ciao, ti ricordiamo il doppio appuntamento di domani 30 aprile con Nicoletta Dosio (vedi allegato): alle 18 a Bagnolo San Vito (area feste di San Giacomo) e alle 21 a Castiglione delle stiviere (sala civica di Palazzo Menghini in via Cesare Battisti 27). Nicoletta Dosio è uno degli esponenti storici del Movimento No Tav della Val di Susa ed è candidata alle elezioni europee del 25 maggio con la listas L’ALTRA EUROPA con TSIPRAS. L’argomento Tav interessa la nostra provincia, e in particolare tutta l’area collinare dell’Alto Mantovano-Basso Garda che dovrebbe essere attraversata dalla nuova linea dell’alta velocità Milano-Verona, che tante polemiche ha suscitato per i suoi costi economici esorbitanti e per la grande distruzione ambientale che provocherebbe, in una delle aree collinari più belle d’Italia, patrimonio inestimabile da tutelare. Nel merito è stata presentata, da Legambiente, una proposta alternativa che trova sempre più consenso nelle istituzioni e tra le forze politiche e sociali, in quanto prevede il potenziamento della linea ferroviaria esistente, con costi sensibilmente inferiori e un impatto ambientale molto più ridotto. Questa soluzione consentirebbe, oltretutto, di migliorare complessivamente la qualità del servizio ferroviario, anche a beneficio dei tanti pendolari che utilizzano questa linea.

Non mancare!

Cari saluti

Comitato provinciale
Mantova con Tsipras
www.mantovacontsipras.it
facebook Comitato Mantova con Tsipras

Verso il primo maggio: andiamo Controvento

martedì, aprile 29, 2014

Per protesta contro le aperture selvagge che hanno annullato le festività laiche e religiose, negli ultimi anni abbiamo prodotto beffe creative, striscioni, azioni e finti manifesti pubblicitari che riprendevano lo stile dei grandi marchi del commercio per “sovvertirne” il messaggio; questa volta invece abbiamo scelto di ribaltare il significato degli originali. Leggi tutto…